skip to Main Content
ASSOCIAZIONE PER LA CONVERGENZA NEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

L’ANFoV è nata nel 1982 come prima forma associativa in cui convergevano gli operatori (fornitori di videoinformazione) del primo servizio pubblico telematico, il Videotel. Perciò ANFoV: associazione nazionale fornitori di videoinformazione e, anche dopo, a seguito della sua trasformazione, viene conservato il logo “ANFoV”, in segno di continuità storica ed identificativa.

Nel 1998, in seguito alla liberalizzazione delle TLC ed alla conseguente apertura alla concorrenza degli operatori, l’associazione si è trasformata, individuando nella “convergenza” il principale ed esclusivo fattore aggregativo dei nuovi “operatori”, cioè delle aziende che forniscono, nel più vasto mercato aperto alla concorrenza, servizi e supporti tecnologici di varia natura all’utenza finale della comunicazione elettronica.

Così, oggi, le aziende associate ad ANFoV appartengono a varie tipologie: operatori di rete, internet service provider, autori, editori, produttori di apparati e terminali, installatori, fornitori di contenuti e data base, di piattaforme hw e sw, system integrator e società di ricerca, soggetti e realtà che realizzano di fatto la filiera della convergenza (in sostanza si forma, di volta in volta, quella che viene chiamata “catena del valore” nella produzione del servizio) nei servizi di comunicazione elettronica, nella cui rappresentanza e tutela – in varie forme – si estrinseca la nuova peculiare “mission” dell’Associazione.

In una più ampia e aperta accezione, l’ANFoV è oggi un’associazione che, al fine di svolgere la propria mission, promuove il confronto dialettico tra tutte le forze imprenditoriali ed istituzionali coinvolte nel settore delle telecomunicazioni e, attraverso contesti di osservazione e di studio, monitora, analizza e promuove lo sviluppo dei contigui scenari dell’ICT.

ANFoV è anche il luogo di confronto privilegiato tra i soggetti che operano nella convergenza, attuando una utile ricognizione delle esperienze da questi vissute nei vari settori (tipico, nell’attualità, il settore dello IoT) per trarne le migliori tendenze e proposte di operatività comuni o di norme universali (“Best practices”, Norme tecniche, “Policies”, “Libri Bianchi”, Reports).
L’attività di ANFoV è organizzata prevalentemente in “Osservatori” o in “Comitati tecnici” di analoga natura, che monitorano, analizzano e forniscono proposte di riforma o produzione di normative su temi specifici e importanti per il settore, dialogando in primis con Parlamento, Governo ed Autorità regolatorie.

Il rapporto ANFoV–Autorità regolatorie, in particolare, viene frequentato e vissuto, di fatto, come luogo di interlocuzione continua, produttiva e privilegiata.
Gli “Osservatori” (o, nei casi specifici, i “Comitati tecnici”) riuniscono i principali rappresentanti dell’industria, dei servizi e della ricerca e rappresentano opportunità uniche di confronto, analisi e focalizzazione di obiettivi, in special modo sui modelli di business emergenti, legati a nuove tecnologie e servizi.
ANFoV organizza due eventi pubblici l’anno, che presentano sostanzialmente la medesima struttura degli Osservatori, dando tuttavia maggiore rilevanza ai temi di attualità, fornendo dati di scenario, trend ed analisi afferenti il segmento di mercato di riferimento ed utili conoscenze atte a far assumere scelte strategiche conseguenti e ad acquisire vantaggi precompetitivi nella gestione del proprio business.
Lo scopo complessivo e finale è quello, attraverso modalità e strumenti di cooperazione mirata e collegiale come i contesti citati, di aumentare la competitività delle imprese nel mercato delle TLC e dell’ICT.

Tutta l’attività dell’ANFoV è volta, in definitiva, seguendo una tradizione più che consolidata, a promuovere un nuovo e più moderno assetto delle telecomunicazioni del Paese, senza perdere di vista le esigenze di continua tutela del mercato dell’ICT e con il coinvolgimento non solo delle competenze e risorse del settore privato e pubblico, ma anche delle volontà politiche delle parti in causa.

Organi direttivi e cariche sociali

vice presidente e f.f. Direttore generale:
Umberto de Julio

consiglio di direzione:
Claudio ChiarenzaStefano CiccottiEdoardo CottinoStefano FocardiPaolo Nuti,

revisore dei conti:
Stefano Rigon

presidente onorario:
Franco Morganti 

Comitato strategico

Il Comitato opera in affiancamento al Consiglio di Direzione nella pianificazione delle strategie per le più rilevanti problematiche inerenti i mercati di riferimento dell’associazione. Ne fanno parte di diritto i soci sostenitori di primo livello. Cade sotto il coordinamento del Direttore generale ed è presieduto attualmente dal Presidente dell’Associazione.
ITALTEL
RAI WAY
WIND TRE

Comitato per l’autodisciplina telematica



È l’organo istituzionalmente preposto all’osservanza del codice di deontologia e di buona condotta per i servizi telematici.
Presidente:
Rosario Imperiali.
Membri effettivi: 
Rosario Imperiali, Paolo Nuti, Vincenzo Zeno-Zencovich
Membri supplenti: 
Costantino Ciampi, Riccardo de Sanctis, Franco Morganti

Annuario associati

Scarica lo Statuto

Scarica il Codice deontologico

Anfov promuove e diffonde un codice di comportamento che affronta i temi di maggior rilievo ed attualità: responsabilità, privacy, abusi nei confronti di minori e categorie deboli.

Back To Top